Google Translator

Si è verificato un errore nel gadget

Music Player

  

mercoledì 24 marzo 2010

Il Segreto di Beth

Un'idea per un altro video:

Primo giorno:

Ore 07.00 suona la sveglia
Ore 07.30 colazione
Ore 07.45 porto Mike a scuola
Ore 08.00 vado a lavoro
Ore 12.00 pausa pranzo, vado a prendere Mike
Ore 13.00 porto Mike dalla nonna e ritorno a lavoro
Ore 17.00 esco da lavoro, vado a prendere Mike e andiamo a casa
Ore 19.00 preparo la cena
Ore 22.00 Metto a dormire Mike
Ore 23.00 ...

Ore 24.00 Mi sveglio sul divano in un bagno di sudore, come se avessi fatto un brutto incubo che non ricordo...
ho i vestiti strappati... E' già la terza notte che mi succede, sto impazzendo? Che cosa accade in quell'ora buca... ho dei leggeri flash, immagini confuse prive di senso.

Ore 03.26 mi sveglio nel cuore della notte, di nuovo agitata, un incubo terrificante, una creatura orribile cercava di prendermi, io ero pietrificata, mentre quella cosa sembrava fissarmi, ma non aveva occhi... poi si diresse verso la stanza di Mike, io non potevo muovermi, sentivo le sue grida, ma il mio corpo non reagiva.
Ore 03.27 mi precipito a controllare se Mike sta bene... si per fortuna dorme tranquillo.

Ore 04.30 non riesco a prendere sonno.


Secondo Giorno:

Sono stanca come la scorsa notte, ho dormito poco, ma ho cominciato a ricordare, le immagini confuse delle 23.00 di ieri, e dei 3 giorni precedenti, si stanno delineando, e mi sembra di riconoscere il mostro del sogno, e la cosa mi spaventa terribilmente, forse qualcuno è entrato in casa, mi ha drogata, e poi... non posso neanche pensarci... ma devo sforzarmi di ricordare.

Ore 17.00 rientro a casa
Ore 17.30 trovo una scusa per non uscire con James

Ore 00.30 ho fatto qualcosa di terribile, mi sono svegliata nel mio letto, sudata e tremante, le mani e la bocca sporche del sangue di qualcuno... non può essere vero, è un'altro incubo, lo deve essere per forza... ma a quest'ora mi sarei già svegliata... oh mio Dio cosa ho fatto... Silenziosamente vado a controllare la stanza di Mike, per fortuna dorme, non deve vedermi così...
Sto ancora tremando, devo levarmi via il sangue di dosso... tutto avviene lentamente, come in un film, non sento più niente, come se fossi uscita dal mio corpo, mi sto osservando mentre cancello i segni del mio incubo.
Niente sarà più come prima...


Terzo Giorno:

Ore 07.28 apro gli occhi e sento Mike che mi chiama da lontano, ma lo vedo lì, di fianco al mio letto...
Ore 07.40 mi preparo per portare Mike a scuola, ma non andrò a lavoro oggi. Faccio tutto meccanicamente, ormai ogni cosa ha perso il suo sapore, il suo colore... Mike capisce che qualcosa non và, io lo rassicuro che và tutto bene, la mamma è solo un po' stanca. Lui è tutto quello che ho, ma in questo momento non riesco neanche a guardarlo in faccia...

Ore 10.30 suonano alla porta, è la polizia, mi informano che hanno trovato il corpo di James nel suo appartamento, e che sono riusciti ad identificarlo dall'impronta dei denti. Mio Dio, ho ucciso James, perché?... Mi dicono che l'ultima volta che è stato visto vivo, si trovava con me al Lorenzas in Crwys Road, all'incirca alle 21.30. Io ho risposto che non mi sentivo bene, e mi sono fatta riaccompagnare a casa poco dopo...
Mi hanno detto di non lasciare la città.

Sono rimasta tutto il giorno a casa a pensare...


Quarto Giorno:

Ho preso una decisione...

Ore 15.25 porto Mike dalla nonna, gli dico che la mamma ha bisogno di tempo per sistemare una cosa importante... e che la nonna si occuperà di lui. Prima di andarmene lo abbraccio forte, e a stento riesco a trattenere le lacrime, lui mi guarda un po' stupito...

Ore 16.00 mi sono messa alla ricerca di un vecchio ricordo...

Ore 17.30 l'ho trovata... sono seduta sul pavimento della cucina da più di un'ora, la rigiro tra le mani e la guardo luccicare... ancora non riesco a rendermi conto che tutto sta per finire, mi sembra di essere dentro un incubo. Ricordo i momenti felici della mia vita, quando Steven e io ci siamo incontrati, fidanzati, e poi sposati, quando è nato Mike, ma anche i momenti brutti, quando Steven ebbe l'incidente, lo squillo del telefono, la corsa in ospedale, la speranza, il funerale...
Avevamo appena cominciato a riprenderci, io e Mike... poi ho conosciuto James, oddio James...

Non posso più vivere adesso, neanche per Mike, piango e tremo mentre mi punto la pistola alla testa, ripenso ancora a mio figlio, e non riesco a premere il grilletto, allora cerco di svuotare la mente, nessun pensiero, un solo "semplice" gesto, e tutto finisce... silenzio, sento solo le pulsazioni del mio cuore...

Ma... oh mio Dio cosa succede, la mia mano... chiudo gli occhi e li riapro, la mia mano non ha più forma umana, è come se avesse inghiottito la pistola... guardo sbalordita e spaventata quella strana protuberanza attaccata al mio braccio, comincio a sudare, mi sento quasi mancare, ma riesco a riprendermi, il mio braccio è di nuovo normale, e la mano è al suo posto, la pistola è sul pavimento vicino ai miei piedi... Sto impazzendo, ma non ho più voglia di morire... ho bisogno di aiuto, mi costituirò, qualcuno mi aiuterà ad uscirne...


Quinto Giorno:

Ore 09.12 mi sveglio, mi alzo, ma tutto attorno a me è ovattato, le luci mi infastidiscono, mi gira la testa, ho la nausea. Mi sforzo di vestirmi, devo sbrigarmi, prima di commettere qualcos'altro di cui pentirmi.

Ore 09.43 sono alla fermata dell'autobus, oggi non me la sento di guidare.

Ore 09.50 Arriva l'autobus, salgo, per fortuna non ci sono tante persone... Guardo fuori dal finestrino, tutto scorre come sempre, e la mia vita sta per finire, chissà quando rivedrò la luce... Mentre penso a tutto questo, all'improvviso si fa buio, come se fossimo entrati in una galleria... poi una debole luce, sento qualcosa muoversi, strane figure si agitano intorno a me... oh mio dio noooo!

Ore 03.18 era un'altro incubo, sono a casa nel mio letto, non ce la faccio più, non distinguo più i sogni dalla realtà. Vado in bagno, ho bisogno di rinfrescarmi la faccia, l'acqua fresca mi dà un po' di sollievo... quando alzo la testa vedo qualcosa di spaventoso, riflessa nello specchio del bagno non ci sono io, ma uno di qui mostri dei miei incubi, mi tocco il viso, sento i miei lineamenti, ma vedo quella orribile testa senza occhi e con una bocca enorme che si spalanca, mostrando i denti da squalo. Scivolo a terra, tremante, sconvolta, non ho il coraggio di rialzarmi. All'improvviso salta la corrente, no di nuovo, un'altro incubo... c'è silenzio, buio totale, sento i battiti accelerati del mio cuore, il mio respiro affannato, non succede niente, ma non riesco a muovermi, sento che qualcosa sta arrivando dall'oscurità...

Mmm... dove mi trovo? mi sembra di essere in una vasca, immersa in un liquido vischioso... sono bloccata, non mi posso muovere, è tutto buio, ma posso percepire le forme, come se le vedessi, riesco a sentire l'essenza di ciò che mi circonda, ed è come se ogni cosa fosse viva, materia organica che pulsa e respira...
Ho delle strane voci in testa, pensieri di qualcun altro, ma sono confusi, mi devo concentrare... parlano di un esperimento fallito...  qualcosa che crea dipendenza... e di sdoppiamento della personalità... quella nuova prende il sopravvento, e il soggetto si identifica con il suo avatar... dicono che sarà necessario effettuare la deprogrammazione per recuperare il soggetto... Oh mio dio, stanno parlando di me...
Il progetto Avatar Umani verrà cancellato, è troppo tardi per perfezionarlo, il loro pianeta sta morendo, hanno già aspettato troppo per lavorare su un piano di insediamento basato sugli avatar. Ora stanno già pianificando un attacco diretto alla terra...
Oh no! posso sentire anche i loro ricordi, quello che hanno intenzione di fare... Una parte degli umani che sopravviveranno saranno ridotti in schiavitù, e gli altri diventeranno bestiame per sfamarci.
Oh nooo! io non sono come voi, non è possibile, sono umana... non vi permetterò mai di compiere questa atrocità. Oddio mi hanno sentita, stanno venendo qui, devo fare qualcosa, mi vogliono rinchiudere, vogliono farmi diventare un mostro... Nooo! andate via, non voglio... Nooo! Mike, non vi lascerò fare del male a mio figlio, lasciatemi, aaahhhh!!! ...


Sesto Giorno:

Beth Jones verrà trovata priva di vita alle ore 16.27 da un agente di polizia, che avrebbe voluto rinterrogarla sul caso James Cooper

Il soldato 5 1 5, volontario per il progetto Avatar Umani, ha iniziato la deprogrammazione, verrà reintegrato in tempo per la missione di attacco.
La base scientifica aliena occultata, lascerà la terra questa notte alle ore 04.05.

2 commenti:

  1. Molto bello, sono curioso di vedere lo sviluppo:)

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio, ma almeno per il momento non l'ho avevo previsto, anche perchè poi diventerebbe troppo complicato realizzarlo... ;)

    RispondiElimina